La Nuova Bussola: I peggiori sono i traditori dei Family Day

Lascia un commentoGender diktat,Stirpe di Giuda
Più palloncini rossi che persone
Più palloncini rossi che persone: ecco la verità sulla controproducente riunione a Roma del 17/10/2020. Dopo le esternazioni dei suoi leader, viene il dubbio che farsi vedere così in pochi sia stato voluto, con il fine di abbattare la resistenza dei pro famiglia. [clicca per ingrandire]

di Riccardo Cascioli

Dopo le affermazioni choc del Papa sulle unioni civili si è messo in moto l’esercito dei normalisti e dei giustificazionisti che gridano al complotto e alla manipolazione.
Eppure che il Papa si sia pronunciato a favore delle unioni civili è indiscutibile.
Ma lo spettacolo peggiore lo hanno dato Adinolfi e Gandolfini che, pur di giustificare il Papa, hanno rinnegato le ragioni dei Family Day che hanno guidato.

Non c’è dubbio che fare i conti con un Papa che contraddice apertamente – seppure in una intervista – la dottrina cattolica è per un qualsiasi fedele cosa da capogiro e genera dolore, smarrimento, confusione. Comprensibile anche che ci si attacchi a qualsiasi cosa possa smentire che il Papa abbia veramente detto quelle cose o che avessero quel significato.
Ovvio allora che la ricostruzione riguardante quella parte di docufilm che da tre giorni sta facendo discutere il mondo, e che vuole quelle frasi estrapolate ad arte da una intervista più ampia e articolata, sia sembrata la scialuppa di salvataggio per gridare alla manipolazione del Papa, alla trappola, al complotto, e così via.
Da qui al “Il Papa non ha mai detto quelle cose e neppure le pensa”, il passo è stato immediato.

(altro…)

Il socialista mondialista George Soros finanzia fondazioni dei gesuiti?

1 CommentoSocialismo,Stirpe di Giuda
Il Commissario UE all’economia Gentiloni (PD) con il socialista mondialista Soros.

La notizia è talmente incredibile che, se non venisse dal maggior circuito cattolico di informazione del mondo (Aci Press di ETWN, clicca qui), meriterebbe di essere accantonata come fake. A conferma della possibile veridicità c’è l’assenza di tale notizia sul circuito in lingua italiana, da sempre attentissimo a non irritare i Sacri Palazzi.

ACI Prensa riassume: «Tre organizzazioni caritative della Compagnia di Gesù negli ultimi anni hanno ricevuto oltre un milione e mezzo (di dollari) dalla Open Society Foundations, la fondazione del magnate abortista George Soros».
Inoltre, nel sito Web della Jesuit Worldwide Learning Higher Education at the Margins «riconosce la Open Society come uno dei suoi soci».

Aci rivela anche che l’Arcivescovo di Santiago del Guatemala (anch’egli gesuita) è stato legato per un decennio alla Fundación Soros Guatemala (il servizio rimanda a una precedente pagina, qui), ma che oggi “non ricorda”.

(altro…)

Nuovo attacco del Partito Democratico alla scuola cattolica

3 CommentiLibertà di educazione,Stirpe di Giuda

“Paritarie, docenti (ri)esclusi dal concorso straordinario”

Esclusi dal concorso straordinario per 24mila cattedre gli insegnanti delle scuole cattoliche.
Paradossale: è il quotidiano catto-comunista Avvenire che informa dell’ultima discriminazione verso i cattolici.
Un modo per imporre alla scuola cattolica degli insegnanti statali.

I genitori vaglino con più attenzione le indicazioni dei Vescovi che fanno propaganda elettorale. 

(altro…)

Emilia-Romagna: il Family Day imbroglia (di nuovo) il centrodestra?

Lascia un commentoStirpe di Giuda
Nel cerchio rosso: i consiglieri regionali Facci (Sovranisti, BO), Tagliaferri (FdI, PC) e Marchetti (Lega, BO) assieme ad esponenti del Family Day. Sono tre dei dodici consiglieri di centro-destra che si sono battuti eroicamente contro la legge che discrimina le persone eterosessuali: le assoc. Family Day non hanno segnalato nessuno come “da votare” per le elezioni regionali del 26-1-2020.

Dalla Regione dipende l’applicazione delle leggi nazionali, aborto e gender compresi.
Se si ottiene aiuto dal centro-destra, è doveroso ricordarsene al momento del voto.
Per i cattolici: un esame di coscienza su correttezza e onestà servirà a illuminare uno dei motivi per cui i partiti ci ascoltano poco.

 

Ci risiamo. Come alle elezioni politiche del 2018 e alle amministrative ed europee del 2019, le associazioni che ruotano attorno al Family Day e Congresso di Verona non tengono conto di chi si è impegnato nel difendere la vita umana e la famiglia.
Esaminiamo il comportamento di alcune.

(altro…)