Petizione pro-vita e pro-famiglia ai neo parlamentari dell’Emilia-Romagna

Fender diktat,Partecipazione del cittadino

Dopo 70 anni l’Emilia-Romagna è passata al centro-destra:  nella nuova Legislatura portiamo ben 9 senatori e 18 deputati (più sotto l’elenco),
alcuni dei quali hanno già fatto in favore della vita e della famiglia.

Ora è importante far sentire forte la nostra voce perché i nostri rappresentanti diano priorità ai temi etici,
unico modo per uscire da tutte le altri crisi che patisce l’Italia:
chiediamo perciò l’abrogazione di tutte le leggi (più sotto l’elenco) contro la vita e la famiglia fatte dai Governi Letta-Renzi-Gentiloni.

SE RISIEDI IN EMILIA-ROMAGNA SOTTOSCRIVI QUESTA PETIZIONE:
LA TUA RICHIESTA ARRIVERA’ AI NOSTRI 27 NUOVI PARLAMENTARI
per chiedere di abrogare tutte le leggi contro la vita e la famiglia

 

Emilia-Romagna per la vita e la famiglia

Petizione pro-vita e pro-famiglia ai neo parlamentari dell’Emilia-Romagna

Gentili senatori e deputati dell’Emilia-Romagna,
ho votato per il centro-destra a causa della deriva etica imposta la scorsa legislatura dal Partito Democratico.

Pertanto, la mia famiglia ed io, aderiamo alla petizione promossa da fattisentire.org e vi chiediamo di abrogare le seguenti leggi contro la vita o la famiglia naturale approvate nella scorsa legislatura:
- 119/2013: violenza di genere (introduce il gender nella scuola)
- 162/2014: divorzio semplificato
- 55/2015: divorzio breve
- 107/2015: buona scuola (rinforza ideologia gender)
- 76/2016: unioni civili
- 71/2017: cyber-bullismo (pretesto per diffondere il gender)
- 219/2017: dichiarazioni anticipate di trattamento (eutanasia)
e cancellando queste altre leggi approvate per ora solo alla Camera:
- 2013 settembre: Omofobia - ddl Scalfarotto
- 2015 ottobre: Ius soli – ma soprattutto ius culturae
- 2017 ottobre: Cannabis - per ora ad uso terapeutico

Ricordo infine che
- l’Agenzia Italiana del Farmaco, che opera sotto la direzione del Ministero della Salute, il 21/4/15 e il 3/3/16 ha liberalizzato la pillola omicida nascondendo la precedente frase scientifica: “il farmaco potrebbe anche impedire l’impianto” in modo da presentarla come contraccettivo e permetterne la distribuzione gratuita nelle Ausl
- dopo varie Regioni anche la nostra sta per approvare una legge che introduce un reato di pensiero sotto pretesto della omo-trans-fobia.

Vi ringrazio anticipatamente per quanto potrete fare, seguirò con attenzione l’operato di ciascuno.
Buon lavoro!

**la tua firma**

Firma!
382 signatures

Convidi con i tuoi amici

   

I NUOVI PARLAMENTARI del centro-destra in emilia romagna: Enrico Aimi – Alberto Balboni – Antonio Barboni – Annamaria Bernini – Micaela Biancofiore – Galeazzo Bignami – Lucia Borgonzoni – Maurizio Campari – Laura Cavandoli – Emanuele Cestari – Benedetta Fiorini – Tommaso Foti – Guglielmo Golinelli – Ylenja Lucaselli – Jacopo Morrone – Elena Murelli – Carlo Piastra – Pietro Pisani – Elena Raffaelli – Maria Saponara – Vittorio Sgarbi – Armando Siri – G.Battista Tombolato – Maura Tommasi – Gianni Tonelli – Simona Vietina – Gianluca Vinci

LE LEGGI CONTRO LA VITA E LA FAMIGLIA approvate la scorsa legislatura:
119/2013: violenza di genere (introduce il gender nella scuola)
162/2014: divorzio semplificato
55/2015: divorzio breve
107/2015: buona scuola (rinforza ideologia gender)
76/2016: unioni civili
71/2017: cyber-bullismo (pretesto per diffondere il gender)
219/2017: dichiarazioni anticipate di trattamento (eutanasia)
e cancellando queste altre leggi approvate per ora solo alla Camera:
– 2013 settembre: Omofobia – ddl Scalfarotto
– 2015 ottobre: Ius soli – ma soprattutto ius culturae
– 2017 ottobre: Cannabis – per ora ad uso terapeutico
Inoltre:
– l’Agenzia Italiana del Farmaco, che opera sotto la direzione del Ministero della Salute, il 21/4/15 e il 3/3/16 ha liberalizzato la pillola omicida nascondendo la precedente frase scientifica: “il farmaco potrebbe anche impedire l’impianto” in modo da presentarla come contraccettivo e permetterne la distribuzione gratuita nelle Ausl
– dopo varie Regioni anche la nostra sta per approvare una legge che introduce un reato di pensiero sotto pretesto della omo-trans-fobia.