Ferrara e Modena contro la vita e la maternità

Politiche per la donna,Vita: politiche di bioetica

Una mozione in difesa della vita umana è l’atto più nobile che può compiere un’amministrazione comunale.

Ieri, a Ferrara, è stata bocciata l’ennesima, presentata da Alessandro Balboni, consigliere di Fratelli d’Italia.
Tanti amici di costì erano presenti e fortunatamente non ci sono stati scontri né polemiche.

Penso dobbiamo tutti ricordare e far sapere che hanno votato contro la vita: il Partito Democratico, Sinistra Italiana, Mov. 5 stelle e tutte le liste civiche.
Solo 4 voti a favore, tutti del centro-destra: 2 di Forza Italia, 1 di Lega e 1 Fratelli d’Italia.
http://www.cronacacomune.it/notizie/36016/il-consiglio-comunale-si-riunita-lunedi.html

Purtroppo, tra le fila di Forza Italia, vi sono stati un assente (Paola Peruffo) e un non-voto (Vittorio Anselmi): raccomando agli amici di Ferrara di cercare conferma ed eventualmente correggere, ma se è come è sembrato dalla diretta TV, si consiglia di NON VOTARE MAI PIU’ COSTORO, qualunque cosa dicano o promettano.
E’ lo stesso criterio che abbiamo adottato le scorse elezioni del 2018 e quello che stiamo già adoperando per la valutazione degli eurodeputati in vista delle prossime europee.

—–

Un’analoga mozione era già stata bocciata a Modena, il 07 febbraio scorso, in consiglio comunale a Modena: Luigia Santoro, consigliere della Lega, aveva presentato una mozione intitolata “Iniziative per la prevenzione dell’aborto e a sostegno della maternità” ( link: https://www.comune.modena.it/il-governo-della-citta/istanze-2014-2019/istanze-2018/2018-162890 ) che voleva solo aiutare le madri in difficoltà.
La mozione, infatti, prevedeva solo sostegno economico per le associazioni che aiutano le mamme che vogliono tenere il bimbo.

Dopo una strenua e non necessaria difesa della 194, bocciarono la mozione i consiglieri del Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Cambio Modena, Modena Volta Pagina e Sinistra unita, inclusi i cattolici che militano nelle file della sinistra.
Avevano votato a favore solo 3 consiglieri del centro-destra: Morandi (Forza Italia), Pellacani (Energie per l’Italia), Santoro (Lega).
Risultavano assenti i consiglieri Baracchi e Lenzini (Pd), Bortolotti (5 stelle), Galli (FI), Trande (Sinistra unita) e il sindaco Muzzarelli.

Andiamo avanti, senza scoraggiarci ma restando freddi e lucidissimi.
Combattiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *