Dopo l’Umbria: cultura di morte fuori dall’Emilia-Romagna!

Famiglia: politiche familiari,Partecipazione del cittadino
Ricci, il candidato governatore dell’Umbria segnalato da Gandolfini, assieme a noti esponenti democristiani.

Aspetti nascosti del recente risultato elettorale.
I Comitati per la vita e la famiglia si preparino per le elezioni emiliano-romagnole.

1. I Governi del Partito Democratico sono stati i maggiori nemici della vita e della famiglia nella storia repubblicana (1).

2. Il recente Governo Conte 2 (sostenuto da PD e 5stelle) ha confermato le intenzioni contro la vita e la famiglia poco prima del voto: il Ministro Elena Bonetti ha aperto alle adozioni per le coppie gay (2), all’eutanasia e ad altro.

3. Anche in Emilia-Romagna il Partito Democratico conferma il proprio orientamento, ad esempio sui fatti di Bibbiano («in Val D’Enza […] emerge che non c’è un sistema criminale organizzato») e con l’intenzione del governatore Bonaccini di rendere obbligatoria la frequenza della scuola materna (3)

4. Al contrario, il centro-destra conferma il favore verso vita e famiglia: fanno ben sperare le recenti prese di posizione del
– consigliere regionale della Lega M. Pompignoli (Lega): «la legge sull’omofobia la aboliremo» (4);
– segretario di Fratelli d’Italia di Ferrara M. Malaguti (FdI) contro l’aborto: «le vendite di Norlevo ed EllaOne sono passate dalle 400mila del 2015 alle 570mila del 2017» (5);
– consigliere regionale A. Galli (Forza Italia), che ha abbandonato per protesta la Commissione su Bibbiano, responsabile di: «ipotesi e opinioni assolutamente di parte su quanto emerso in Commissione in queste settimane» (6).

5. Se è vero che esponenti minori del centro-destra – come il Sindaco leghista di Ferrara (7) – hanno idee comuniste, dobbiamo farci un esame di coscienza, perché anche 2 dei 14 vescovi della nostra regione sono già in campagna elettorale con il Partito Democratico (8).

6. Un altro esame di coscienza va fatto all’interno del mondo pro vita e famiglia: come alle elezioni politiche 2018, in Umbria le associazioni del Family day – Congresso di Verona han sostenuto anche un candidato democristiano, che ha sottratto 11.764 voti (2,64%) al centro-destra (9).

7. Sembra pertanto opportuno modificare lievemente la natura della comunicazione fatta da noi cattolici, aggiungendo brevi sottolineature su qual’è il partito che agisce contro la vita e la famiglia, come fatto sabato scorso a Sassuolo (10).

8. Indispensabile, nei nostri eventi, non dare nessuno spazio a esponenti in qualche modo classificabili come democristiani, che non hanno esitato a sostenere i governi PD di Letta-Gentiloni-Renzi: dall’UDC al partito di Adinolfi, a qualunque sigla o lista civica useranno (11).

9. I nostri vescovi sono i primi destinatari delle attività dei comitati pro vita: con umiltà e spirito filiale va loro riproposto di lottare per i valori non negoziabili o, almeno, di condividere le indicazioni date dal Card. Caffarra (12).

10. Infine, ricordiamoci di dare la preferenza soltanto ai candidati del centro-destra che “hanno fatto” (e non solo promesso) o si sono esposti pubblicamente in difesa dei valori non negoziabili (13).

FattiSentire.org
Bologna, 28/10/2019

NOTE.

(1) Cfr.: http://www.fattisentire.org/si-vota-ricordare-le-8-leggi-distruttive/

(2) Così, sul Messaggero del 24/10: https://www.ilmessaggero.it/politica/elena_bonetti_ministro_adozioni_coppie_gay_lgbtq_agora_news-4818471.html

(3) Cfr.: https://www.lapressa.it/articoli/politica/commissione-boschini; del Governatore PD Bonaccini: https://youtu.be/_A9y4cvwPZc

(4) Cfr. https://www.teleromagna24.it/politica/emiliaromagna-omofobia-pompignoli-lega-legge-marchetta-la-aboliremo/2019/10

(5) Cfr.: http://www.fattisentire.org/esponenti-locali-dei-partiti-nuove-prese-di-posizione-per-la-vita-e-la-famiglia/

(6) Cfr. http://www.ilgiornale.it/news/cronache/pd-e-5-stelle-negano-lesistenza-sistema-bibbiano-e-forza-1774486.html

(7) Cfr. http://www.fattisentire.org/emilia-romagna-cattolici-ed-elezioni-regionali-ricordarsi-di-ferrara/

(8) Cfr. http://www.totustuus.it/larcivescovo-di-bologna-reintegra-un-prete-comunista-gia-ridotto-allo-stato-laicale/

(9) “Esprimiamo grande soddisfazione per la sottoscrizione del nostro Manifesto Valoriale da parte di due candidati alla Presidenza della Regione Umbria, Donatella Tesei e Claudio Ricci, insieme a candidati consiglieri delle loro liste”. Così Massimo Gandolfini, presidente dell’Associazione Family Day” (comunicato stampa del 18/10/2019, rilasciato subito dopo aver fatto parlare Salvini e Meloni).
Deve far pensare che un terzo dei voti di Ricci siano nel Comune di Perugia (dove abita il senatore Pillon), anziché ad Assisi, dove è stato Sindaco.

(10) Lo si trova qui: http://www.fattisentire.org/db/20191026_Sassuolo_slides1.pdf . Vedere in particolare da pagina 10 a pagina 13.

(11) Cfr. https://lanuovabq.it/it/quei-seggi-che-il-pdf-ha-regalato-a-pd-e-5-stelle

(12) Cfr. https://www.chiesadibologna.it/caffarra-carlo-cardinale-arcivescovo-metropolita-testo-del-2008-03-15.html

(13) Cfr. http://www.fattisentire.org/emilia-romagna-al-voto-da-cattolici/

Un commento su “1”

  1. Grazie per l’impegno che state applicando per tutelare la vita e la famiglia. Solo così potremo garantirci un futuro tutti quanti.
    Ed intendo futuro nel vero senso della parola.
    Esattamente cosa si è detto a Sassuolo? Io ci abito ma non ho saputo nulla…

    RISPOSTA. A Sassuolo di è svolto un incontro sulle correnti insidie alla famiglia (presso l’oratorio don Bosco di Via Menotti). La diversità rispetto ad iniziative simili ci pare sia stata costituita da una più CHIARA indicazione dei partiti responsabili dell’attuale deriva etica. Lo può verificare direttamente dal taglio delle slides presenti nella decima nota di questo articolo. Oltre a ciò, si è cercato di dare indicazioni pratiche su quanto possiamo e dovremmo fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *