Violenza anticristiana in India occidentale

Dal mondo

Croci distrutte e suore minacciate da estremisti indù: violenza anticristiana in India occidentale


Mumbai (Agenzia Fides) – Riesplode la violenza anticristiana ad opera di fondamentalisti indù nell’India occidentale: a farne le spese è una comunità di suore Teresiane che vivono in un convento a Ambernath, nei pressi di Mumbai, capitale dello stato del Maharashtra. Come dice a Fides una nota della Conferenza Episcopale Indiana, l’episodio è avvenuto il 23 gennaio alle due del mattino, quando un gruppo di estremisti è penetrato, con i favori della notte, nel convento, ha distrutto una croce e recato altri danni, lasciando scritte del tipo “Ora è toccato alla croce, la prossima volta sarà il turno delle vostre teste” o “Andate via o non vi risparmieremo”.

Le suore, racconta a Fides una religiosa ancora traumatizzata dall’incidente, sono state minacciate e invitate a lasciare la zona. Suor Dian, Superiora del convento della Congregazione delle Teresiane Carmelitane ha detto: “Le consorelle hanno udito rumori e vendendo gli uomini hanno avuto paura per la loro vita. E’ la prima volta che riceviamo queste minacce. Siamo molto amareggiate. Non sappiamo chi sono i criminali , ma solo che hanno detto di appartenere a un gruppo di matrice indù”.


Nel convento vivono tre suore e due novizie che gestiscono anche una casa per anziani. Sono molto amate dai fedeli della Chiesa di Nostra Signora di Fatima, parrocchia nel cui territorio sorge il convento.


Suor Dian, che è anche coordinatrice arcidiocesana per la Pastorale dei Detenuti, ha detto che le suore hanno chiamato la polizia che ha verificato i danni compiuti, promettendo impegno per le indagini e per prevenire nuovi attacchi.


Forte condanna verso il gesto è giunta dall’All India Catholic Union, associazione che raccoglie aggregazioni e gruppi laicali cattolici, che ha chiesto maggiore protezione per la comunità cristiana, “pacifica e accogliente, minacciata con un strategia di intimidazione e terrore da fondamentalisti indù”. L’organizzazione ha ricordato che gli ultimi attacchi anticristiani nella zona risalivano a due anni or sono e che la maggior parte della popolazione vive in armonia sociale e religiosa.


L’Ordine delle Suore Teresiane Carmelitane, con oltre 1.400 religiose che svolgono servizio pastorale e sociale in Italia, Germania e Africa, è la più antica congregazione femminile locale indiana, fondata nel 1866 nell’arcidiocesi di Verapoly in Kerala.


(PA) (Agenzia Fides 27/1/2005)