Un grido di libertà nelle strade di Madrid

Libertà di educazione

La Libertad y Sus Enemigos


2 milioni di spagnoli in piazza
per difendere la libertà contro Zapatero

Manifestazione eccezionale contro la contestatissima Legge sull’educazione voluta da Zapatero.

2 milioni di persone sono scesi in piazza a Madrid per contestare una legge che riforma la scuola ed è contro la libertà di educazione.
Zapatero dal giorno della sua elezione è riuscito a instaurare un clima da guerra civile in Spagna alimentando un odio anticattolico che non si vedeva da anni.
Appoggio alla manifestazione è venuto anche dai musulmani che, per bocca del presidente del centro islamico di Barcellona, Mohammed Akhtar, hanno dichiarato di aderire alla protesta perchè l’attacco alla religione cattolica fatta da questo governo è pericoloso anche per quella islamica, che sarà la prossima. “E’ necessario che nelle scuole si insegni religione, che sia cattolica, ebrea o islamica”, ha aggiunto il presidente.


La manifestazione è stata censurata da tutti i media. Unica radioemittente ad informare la COPE, che è finita nel mirino del Governo Spagnolo e di quello della Catalogna. La radio, di proprietà della Conferenza Episcopale, è stata addirittura accusata di incitamento all’odio. E’ stato richiesto anche di mettere il bavaglio all’emittente nei giorni precedenti, sia per l’appoggio a questa manifestazione e a quella contro il matrimonio omosessuale, sia per opporsi al nazionalismo regionale che vorrebbe dividere la Spagna. Cadena Cope al momento è l’unica vera radio libera di Spagna.


I vescovi spagnoli hanno appoggiato la manifestazione in maniera ufficiale.
Hanno partecipato l’ausiliare di Madrid, Fidel Herráez; l’arcivescovo di Granada, Francisco Javier Martínez; il vescovo ausiliare di Valencia, Esteban Escudero; quello di Jaca-Huesca, Jesús Sanz Montes; il vescovo ausiliare di Toledo, Carmelo Borobia, e il vescovo di Murcia, Juan Antonio Reig. Vari striscioni incoraggiavano i vescovi. Su uno c’era scritto “Vescovi siate coraggiosi, non siete soli”.


La manifestazione ha avuto la presenza di numerosi esponenti del Partito Popolare (PP). Più di 300 associazioni hanno aderito alla manifestazione, che era convocata dai genitori di CONCAPA e COFAPA, USO, Foro Español de la Familia, Asociación de Profesores de Secundaria, Confederación Española de Centros de Enseñanza, Confederación de Estudiantes, Instituto de Política Familiar, Asociación Nacional de Centros de Educación Especial y Coalición Democrática de Estudiantes.
Questa legge è stata praticamente contestata da tutte le associazioni professionali della scuola e dalle associazioni dei genitori perchè, oltre a limitare l’insegnamento dei religione, limita il diritto fondamentale dei genitori nell’educazione dei loro figli ponendo in cima ad essi lo Stato.


http://kattolikamente.splinder.com/


Kattoliko Pensiero 12 novembre 2005