UNITALSI: Gli Handicappati non sono errori da cancellare con un referendum!

Vita: politiche di bioetica

“Le decine di migliaia di amici che ogni anno vengono con noi a Lourdes e ci fanno compagnia in tanti momenti di festa, non sono errori che andavano cancellati all’origine e gettati in un cestino. E’ uno dei tanti motivi che ci spinge a raccogliere l’appello all’astensione in vista del referendum dei prossimi 12 e 13 giugno”.

Ubaldo Bocci, fiorentino, vicepresidente nazionale dell’Unitalsi, ribadisce la linea dell’associazione cattolica che da più di un secolo è a fianco dei disabili.

“L’idea di uno scienziato che a tavolino decide quale embrione abbia diritto alla vita e quale no ci sembra un’ipotesi aberrante – prosegue Bocci – la vita è un dono e, in qualsiasi forma si manifesti, merita amore e rispetto”. La scelta dell’astensione rappresenta la riposta più chiara a chi mette in dubbio i cardini della legge.
“Si parla tanto di trucchi – attacca Bocci – ma il vero trucco è quello di chi, a favore dei quattro sì, invita i contrari ad andare a votare per raggiungere il quorum. Chiediamo con forza il rispetto della vita e non vogliamo essere complici di scelte che la mettano in discussione”.

Da Comitato Scienza & Vita del 7 giugno 2005