Staminali immature: una donna paralizzata torna a camminare

Vita: politiche di bioetica

Una donna paralizzata da 20 anni è tornata a camminare in seguito a un intervento con cellule staminali prelevate dal cordone ombelicale.L’intervento, reso noto dal Sunday Telegraph, è stato eseguito nella Corea del Sud, nell’universita’ di Chosun, della città di Kwangju.

Utilizzando le cellule immature prelevate dal sangue del cordone ombelicale, i ricercatori sono riusciti a riparare la lesione al midollo spinale provocata 20 anni fa da una caduta.La donna, Hwang Mi-Soon, che oggi ha 37 anni, era presente alla conferenza stampa nella quale, la settimana scorsa, i ricercatori avevano reso pubblico il risultato. In quell’occasione la donna ha mosso alcuni passi, con l’aiuto di un carrello per la deambulazione.Sebbene i ricercatori sudcoreani riconoscano che si tratta del primo successo di questo tipo mai registrato al mondo, sono cauti e ritengono che il loro risultato debba essere valutato con attenzione e che occorrono ulteriori verifiche da parte di esperti internazionali.La ricerca clinica non e’ stata ancora pubblicata su nessuna rivista scientifica internazionale.


Da ANSA.it – 29 novembre 2004
http://www.ansa.it/main/notizie/fdg/200411291630176804/200411291630176804.html

I commenti sono chiusi.