Risposte alla campagna BoyKott Famiglia Cristiana

Mass media

Quattro dei molti lettori espongono le loro diversificate perplessità su Famiglia cristiana:



  1. ho abrogato la distribuzione in parrocchia dell’ex settimanale cattolico Famiglia cristiana, fin dal 2001, quando Don Sciortino e tutto lo staff si produssero in acrobatiche difese dei noglobal che distrussero Genova“…

  2. non è la prima volta che Famiglia Cristiana assume posizioni o pubblica materiale quanto meno discutibile“…

  3. Quando si rincorrono a testa bassa i numeri, la tiratura, il profitto“…

  4. parecchi cattolici hanno da tempo sospeso la pessima rivista dei paolini, che anzichè difendere la fede e la vita, conduce una linea editoriale smaccatamente politica e ambigua

… mentre nel solo primo giorno della e-campagna – 11/2/2006 – sono state spedite oltre 300 lettere a vescovi da cittadini di tutta Italia.

Salve, sono un parroco che ha “abrogato” la distribuzione in parrocchia dell’ex settimanale cattolico “Famiglia cristiana”, fin dal 2001, quando Don Sciortino e tutto lo staff si produssero in acrobatiche difese dei noglobal che distrussero Genova. Ebbi con lui una fitta corrispondenza epistolare la cui conclusione fu, appunto “mai più F.C. in parrocchia”. E da quasi cinque anni la bonifica funziona.
Saluti e buon lavoro a tutti.
Don A. P.



Condivido pienamente la vostra perplessità e vi ringrazio dell’iniziativa.
Del resto non è la prima volta che Famiglia Cristiana assume posizioni o pubblica materiale quanto meno discutibile.
M. M.


Quando si rincorrono a testa bassa i “numeri”, la tiratura, il profitto; quando ogni giorno si cerca, spesso soltanto illudendosi, di essere più moderni e veloci del giorno prima per paura di restare indietro; quando si è troppo presi da queste urgenze, può capitare di perdere di vista il punto di arrivo, e forse anche quello di partenza…
E’ difficile, credo, avere scelto di vivere come San Paolo, tutto amore, tutto generosità, completamente dimentico di se stesso, e allo stesso tempo dover ubbidire alle leggi del business e della pubblicità. Business, politica e pubblicità sono forze troppo intrecciate tra di loro e troppo invadenti per lasciare completamente libero, nel cuore e nella mente, chi vi si trova in mezzo.
Cordiali saluti, R.


Gentili amici, il problema di “Famiglia Pagana” o “Prodiana” , non si pone: parecchi cattolici hanno da tempo sospeso la pessima rivista dei paolini, che anzichè difendere la fede e la vita, conduce una linea editoriale smaccatamente politica e ambigua.
Distinti saluti e grazie per il vostro impegno.
A. G.