Ricerca USA: scoperte staminali adulte “trasformiste” come quelle embrionali

Vita: politiche di bioetica

 da Boston


Ricercatori di Boston hanno isolato un tipo di cellula del midollo spinale umano che sembra avere potenzialità mediche e capacità analoghe a quelle delle cellule embrionali staminali. Lo studio è stato condotto alla Tufts University ed è stato pubblicato sulla rivista scientifica “Journal of Clinical Investigation”, e la notizia è stata ripresa dal “Washington Post”.

Utilizzando apparecchiature speciali per la scelta di cellule, i ricercatori ne hanno selezionate alcune provenienti dal midollo spinale di tre diversi donatori. Due i tipi di test condotti successivamente, sia di laboratorio, sia su topi, che hanno mostrato l’estrema versatilità di queste cellule. Infatti dagli esperimenti è emersa la capacità di queste cellule di trasformarsi in molti tipi di cellule del corpo umano.


Da un lato, iniettate su topi che erano stati colpiti da attacchi cardiaci, le cellule si sono trasformate in nuovi vasi sanguigni e in un nuovo muscolo cardiaco, dando agli animali trattati in questo modo il doppio di irrorazione sanguigna al cuore rispetto a quanti è accaduto in un altro gruppo di ratti da laboratorio utilizzati come controllo. Anche le cicatrizzazioni sono risultate assai inferiori.


Dall’altro, da test di laboratorio le cellule del midollo hanno dimostrato di potersi trasformare anche in cellule nervose.


“Penso che le cellule staminali embrionali siano destinate a svanire nello specchietto retrovisore”, ha detto Douglas Lo sordo, il cardiologo della Tufts University che ha condotto la ricerca. “E’ come un kit per le riparazioni: la natura ci ha fornito gli accessori per riparare un organo danneggiato”, ha aggiunto.


Avvenire, giovedì 3 febbraio 2005.