Referendum: anche i videogiochi arruolati per il ”SI”….

Vita: politiche di bioetica

Anche i video giochi sono stati arruolati dal fronte del sì. Si chiama “Embrioni in fuga” e viene distribuito gratis su internet. La trama è semplice: una mamma deve consegnare al laboratorio i suoi embrioni, resistendo ai tentativi di preti, birocrati ed altri “cattivi” che tentano di impedirglielo. L’obiettivo – e la gioia della signora Betty – è quello di consegnare il maggior numero possibile di embrioni.

Il gioco che si può scaricare o a cui si può giocare su internet, è in verità piuttosto stucchevole. E’ più un “manifesto politico” (come dichiarano gli stessi ideatori, La Molle Industria) e questo è piaciuto subito a molti. A cominciare da Repubblica on line che ha dedicato spazio all’iniziativa ed al suo anticlericalismo viscerale.

Sembrerebbe che i Comitati per l’abrogazione abbiano finito gli argomenti e siano dovuti a ricorrere a questi “mezzucci”. In verità il videogioco è estremamente efficace perché trasmette subdolamente i messaggi e fa crescere una mentalità orientata nel senso scelto dagli autori. Se poi è gratis e supportato da un bel battage pubblicitario… il gioco è fatto



Da Comitato Scienza & Vita del 21 maggio 2005