Pillola del giorno dopo: PERICOLO DI MORTE e di galera…

Vita: altri temi

ARGENTINA

La pillola del giorno dopo è abortiva: chi mente va in galera


Dirigenti di un laboratorio argentino andranno in galera per aver negato l’effetto abortivo della pillola del giorno dopo…

Quattro dirigenti del laboratorio Biotenk S.A., che produce la pillola del giorno dopo con il nome commerciale di Norgestrel Max, potranno essere condannati tra i tre e i dieci anni di prigione per non aver avvisato i consumatori del potenziale effetto abortivo di questo farmaco, ne dà notizia AciPrensa.

Otto mesi fa, il rappresentante dell’associazione Portal de Belen, Aurelio Garcia Eliorro, ha denunciato il laboratorio per aver occultato questa informazione. Questa settimana il giudice della città argentina di Cordoba, Luis Villalba, ha imputato i dirigenti per aver venduto il farmaco senza informare nella sua pubblicità sul meccanismo abortivo.
Il giudice Villalba ha informato che il Ministero della Salute dell’Argentina ha dimostrato che, attraverso documentazione e informazioni mediche genetiche, la pillola può essere abortiva perchè agisce “quando già l’ovulo è fecondato, quando già esiste un essere umano, una persona che è riconosciuta e protetta legalmente dalla nostra Costituzione”.

Il farmaco venduto in Argentina, che ha la stessa formula medica del francese Norlevo, era venduto però solo come contraccettivo ormonale evitando di pubblicizzare il fatto che evita l’impianto di un ovulo nella parete uterina. Inoltre, la legislazione argentina obbliga espressamente che i consumatori abbiano le stesse informazioni che vengono date nel paese di origine del prodotto.
Così, anche legalmente si dimostra che NON esiste la contraccezione d’emergenza. Non esiste nessun metodo contraccettivo che possa essere utilizzato dopo un rapporto sessuale. I contraccettivi funzionano se adoperati prima del rapporto sessuale.
Ovvio? Con tante persone in mala fede o ignoranti, niente è scontato.


Kattoliko Pensiero domenica, 20 novembre 2005