Oil for Food: 15 Mln di Dollari per corrompere Boutros-Ghali

Cooperazione allo sviluppo

(AGI/REUTERS) – New York, 8 set. – Il regime di Saddam Hussein aveva accantonato 15 milioni di dollari per corrompere l’ex segretario generale delle Nazioni Unite, Boutros Boutros-Ghali.
Lo ha rivelato il rapporto della commissione indipendente sullo scandalo Oil-for-food, presieduta dall’ex capo della Federal Reserve, Paul Volcker.
Secondo la commissione, non c’è alcuna prova che quel denaro sia arrivato a Boutros-Ghali, ma è certo che nella seconda metà degli anni ’90 funzionari iracheni, su mandato dell’allora vicepremier Tareq Aziz, distribuirono milioni di dollari a intermediari perchè “ammorbidissero” il segretario generale delle Nazioni Unite.

All’epoca – era il 1995 – erano ancora in corso i negoziati sul programma di scambio che avrebbe dovuto aiutare la popolazione irachena sotto embargo, ma finì per arricchire l’ex rais e funzionari delle agenzie Onu.

In particolare il rapporti Volcker inchioda il sudcoreano Tongsun Park e il petroliere iracheno-americano Sanir Vincent; entrambi già incriminati dall’Fbi per corruzione. Coinvolta nello scandalo anche la compagnia petrolifera canadese Cordeux Petroleum, riconducibile al finanziere Maurice Strong e al premier di Ottawa, Paul Martin.

(AGI) Uba 080911 SET 05 – 080913 SET 05
COPYRIGHTS 2002-2005 AGI S.p.A.

Da AGI on Line del 8 settembre 2005