Nuovo Ordine Mondiale e disordine ecclesiale

Dal mondo

Verso una nuova religione universale?


Un nuovo passo nell’intento di costruire una nuova religione planetaria al servizio del Nuovo Ordine Mondiale. L’eretico, ex frate francescano Leonardo Boff (sposato con una ex suora) insieme all’arcivescovo di Brasilia, Mons. João Braz de Aviz, sono tra i relatori al 1º Forum Espiritual Mundial che si riunirà a Brasilia tra il 6 e il 10 dicembre

Un nuovo passo nell’intento di costruire una nuova religione planetaria al servizio del Nuovo Ordine Mondiale verrà dato a Brasilia dove tra il 6 e il 10 dicembre si riunirà il Primo Forum Spirituale Mondiale.


Il tema dell’incontro è “Valorizzare la diversità per la costruzione di una solidarietà planetaria”.


Tra i partecipanti si annoverano Nestor Masotti, presidente della Federazione Spiritista Brasiliana ; Ricardo Lindemann, presidente della Società Teosofica in Brasile, Hélio Pereira Leite, Gran Maestro del Grande Oriente; l’ex frate francescano e teologo eretico Leonardo Boff (1), – attivo propagandista della Carta della Terra (2) – e l’arcivescovo di Brasilia, Mons. João Braz de Aviz (3). Il cinquantanovenne arcivescovo introdurrà i lavori del Forum con una conferenza che ha per titolo: “La costruzione di una società planetaria”.


In preparazione a questo incontro si è svolto il Forum Spirituale Interreligioso in Spagna a Estrella-Lizzara, dal 23 al 29 giugno scorso, a cui hanno partecipato anche due sette virulentemente anticattoliche, la Comunidad Baha’i e Brahma Kumaris.


Gli organizzatori del Forum di Brasilia sono la Unione Planetaria, che è un’associazione di cui fa parte la URI (Iniziativa delle Religione Unite) e la UNIPAZ.


La URI è stata creta nel 2000 da Kofi Annan, segretario generale dell’ONU, e da Ted Turner, apertamente anticattolico, uno dei finanziatori più in vista sia delle iniziative interreligiose, sia dei programmi dell’ONU per il controllo della popolazione. Ted Turner è il padrone non soltanto della Cnn, ma anche il magnate della Time-Warner.


I principi fondamentali della URI sono: la condanna della nozione tradizionale di evangelizzazione cristiana e il rifiuto di qualsiasi principio morale immutabile, ossia della legge morale naturale. Considera l’evangelizzazione come una forma di proselitismo, che non tollera, perchè la ritiene una forma di dominazione. E’ favorevole all’aborto, all’abolizione della patria potestà , perché gli adolescenti possano avere piena libertà sessuale, alla legalizzazione delle unioni omosessuali.


Tutto ciò è stato inserito nel documento finale dell’Incontro dei Leader Religiosi del 2000, che è stato chiamato Dichiarazione per la Pace nel Mondo. Naturalmente il rappresentante della Santa Sede, il Cardinale Arinze, non ha firmato questo documento.


Tra le istituzioni-partner che hanno dato il loro appoggio al Forum si annoverano anche: FEB – Federação Espírita Brasileira; WAMY –  Assembléia Mundial da Juventude Islâmica; Sociedade Teosófica do Brasil; ABRAWICCA – Associação Brasileira de Arte e Filosofia da Religião Wicca; MAÇONARIA – Grande Oriente do Distrito Federal – GODF/GOB; Organização Brahma Kumaris; Comunidade Bahá’i; Rotary de Brasília; ONU Brasil; Programa das Nações Unidas para o Desenvolvimento – Brasil.


Dopo questa sintetica panoramica non ci si meraviglia tanto della presenza dell’ex francescano Leonardo Boff, di cui conosciamo le “performances”, ma ciò che lascia allibiti – a dir poco –  è la presenza dell’arcivescovo di Brasilia.


Si comprende allora meglio perchè da un decennio almeno a questa parte i vescovi brasiliani abbiano perso almeno il 10 per cento dei fedeli…

NOTE:
(1)
Leonardo Boff nell’ottobre scorso in un incontro a Buenos Aires oltre a relativizzare la verità di Cristo e della Chiesa ha negato anche la trascendenza della persona umana affermando: “tutti siamo fratelli e sorelle – riferendosi a qualsiasi essere vivente -… Talvolta lo scimpanzè ha nascosti i 2 geni che lo differenziano dall’essere umano, talvolta è il futuro dell’umano “. In un incontro successivo ha affermato: ” La specie umana è condannata a fare quello che fa perchè è un parassita della terra… E’ molto meglio per la Terra che sparisca questo cancro. La Terra può continuare tranquillamente a sviluppare altra forma di vita. Infrastrutture biologiche candidate a succederci portatrice di spiritualità… Le religioni abramitiche sono le più violente, perchè si credono portatrici della verità, come il Papa a Ratisbona. Quello che è necessario è la spiritualità, non il credo o le dottrine “.
(2) Carta della Terra secondo il suo principale ispiratore, il russo Michail Gorbachev , è il nuovo Decalogo che porrà fine ai Dieci Comandamenti. Questi hanno fatto il loro tempo. E’ nato, il nuovo Decalogo, nelle parole delle Nazioni Unite “per essere il paradigma di una nuova etica in un nuovo mondo”. I suoi autori si riferiscono a questo come “Il Decalogo della Nuova Era”. Oltre Gorbachev, le menti della Carta della Terra, sono Maurice Strong, uomo del Club Bilderberg, del Forum di Davos, e soprattutto ideologo delle Nazioni Unite e del Nuovo Governo Mondiale. Insieme a lui, la più grande fanatica dell’aborto e uno dei peggiori nemici della razza umana: l’ex primo ministro norvegese e segretaria generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, sig.ra Gro Brundtland. Nello stesso tempo, tra i creatori figurano lo spagnolo Federico Mayor Zaragoza, e personaggi come l’ex presidente della Banca Mondiale James Wolfensohn, Steven Rockefeller, altro nome imprenscindibile nel Nuovo Ordine Mondiale, e colui che richiama di più, il fondatore del Forum di Davos e leader del nuovo capitalismo mondiale, Klaus Schwab. Questi richiama di più, perchè la Carta della Terra è nata dallo spirito dell’Assemblea di Rio, celebrata nel 1992, sullo sviluppo sostenibile, da dove sorse poi quella di Porto Alegre, presunta antitesi del Forum di Davos. Si suppone che Porto Alegre è di sinistra e dei diseredati, mentre Davos è dei ricchi. Ma è sbagliato: ambedue, progressismo capitalista e progressismo socialista, confluiscono nella nuova religione mondiale, la Carta della Terra. Sono due facce della stessa medaglia.
PER APPROFONDIRE LEGGI:
di Alessandra Nucci, Siamo ambientalisti o panteisti? ;
di Oscar Sanguinetti, Dai diritti dell’uomo ai diritti della terra ;
di Alessandra Nucci, Gorby, Gran Maestro dei Verdecroce ;
di Riccardo Cascioli, Malthus? Abita all’Onu. Intervista a Michael Schooyans   ;
Lucetta Scaraffia e Eugenia Roccella, Contro il cristianesimo – L’ONU e l’Unione Europea come nuova ideologia , Piemme, 2005.
(3) Mons. João Braz de Aviz, cinquantanovenne, è stato nominato Vescovo ausiliare di Vitoria nel 1994, nel 1998 viene nominato Vescovo diocesano di Ponta Grossa, solo quattro anni dopo, nel 2002, viene trasferito a Maringá e nel 2004 è nominato Arcivescovo Metropolitano di Brasilia, sede cardinalizia. Una carriera veramente fulminante…


FONTE: Noticias Globales