Morta suor Lucia di Fatima

Dal mondo


LISBONA – È deceduta domenica pomeriggio suor Lucia, l’ultima superstite dei tre fratelli a cui è apparsa la Madonna a Fatima il 13 maggio 1917. Lo ha annunciato l’agenzia di stampa portoghese Lusa, citando una fonte religiosa. Suor Lucia, 97 anni, il cui vero nome era Lucia de Jesus dos Santos, è deceduta al Carmelo di S.Teresa a Coimbra intorno alle 17,25 (le 18,25 in Italia). Gli altri due fratelli di suor Lucia, Francisco e Jacinta Martos, erano morti in giovane età e sono stati proclamati beati dalla Chiesa cattolica.

Suor Lucia dos Santos è stata assieme a Francesco e Giacinta Marto testimone delle apparizioni mariane di Fatima, in Portogallo. A questa suora ultranovantenne che aveva ancora visioni nella cella del suo convento a Coimbra, il Papa è sempre stato particolarmente legato. Fu a lei che Wojtyla si rivolse poco prima di intraprendere il suo terzo pellegrinaggio nel 2000 a Fatima. In quell’occasione beatificò Francesco e Marta e, per volere di suor Lucia, rivelò al mondo il testo del cosiddetto terzo segreto. Ma a Fatima Wojtyla si recò anche il 13 maggio 1982, un anno dopo dell’attentato in piazza san Pietro, quando offrì alla Madonna la pallottola con cui fu ferito dalla pistola di Ali Agca. Nel 1991 avvenne il secondo pellegrinaggio a Fatima.

LE VISIONI – Le vicende dei tre pastorelli iniziarono il 13 maggio del 1917. Mentre pascolavano il gregge videro una figura di luce, una «bellissima Signora» che disse di venire dal cielo e diede loro appuntamento, nello stesso luogo e alla stessa ora, per il 13 dei mesi successivi. Era la prima apparizione alla quale ne seguirono altre. Intanto la gente del luogo cominciò ad unirsi ai veggenti per pregare ed assistere agli eventi misteriosi. Il 13 ottobre dello stesso anno – ultima apparizione ufficiale della Vergine a Cova de Iria – avviene un miracolo che fu riportato con grande enfasi dalla stampa dell’epoca: una folla immensa assistette ad un singolare fenomeno atmosferico chiamato «la danza del sole» che durò parecchi minuti. L’anno successivo Francesco e Giacinta morirono colpiti dall’epidemia di ’spagnola’. Lucia intanto decise di farsi suora. Nel 1929 la Madonna apparve ancora a suor Lucia e le chiese la consacrazione della Russia al suo cuore immacolato. Intanto sul luogo delle apparizioni, a Cova de Iria, cominciano i pellegrinaggi. Nel 1949 iniziò ufficialmente il processo canonico per la beatificazione di Francesco e Marta.

LUTTO IN PORTOGALLO – Il primo ministro lusitano Pedro Santana Lopes ha espresso «tutto il suo rispetto» per la memoria di Suor Lucia, uscendo da una riunione elettorale per le legislative anticipate che si terranno il 20 febbraio. La morte della religiosa, secondo il premier che ha parlato all’emittente cattolica Radio Renascença, rappresenta «un momento impressionante per il Portogallo e per il mondo», cattolici e non cattolici, perché Suor Lucia ha avuto «una vita memorabile». Nata il 22 marzo 1907, Suor Lucia viveva dal 1948 presso il monastero di Santa Teresa a Coimbra in preghiera e contemplazione. Da anni aveva difficoltà all’udito e alla vista.


Corriere della Sera


14 febbraio 2005

I commenti sono chiusi.