Monza disfa scuola

Libertà di educazione

Il sindaco bolognese Cofferati li ha minacciati. La giunta di centro-sinistra del ricco comune di Monza li sta per approvare. Cosa? I tagli. Mica alle feste dei cani o alle associazioni combattenti e reduci. No, tagliano i finanziamenti al futuro.

Ai pochi bambini e alle scuole materne (nel caso la scuola parrocchiale San Biagio e il Collegio della Guastalla) cattoliche che svolgono un servizio pubblico, prezioso e sottopagato. è la conferma alla vecchia legge di Stalin: riempi i comizi elettorali di riferimenti ai deboli, poi, quando sei al governo, sparagli.

Da Tempi Nr. 42 del 13 ottobre 2005