Mons. Negri e il movimento neo-Illuminista ”Axteismo”

La cappa ideologica

Al Vescovo scrivono: ‘Ateismo, si tagli la testa a Dio’
Al mio computer è arrivato un messaggio delirante: «Si chiama Axteismo il neo movimento illuminista di Libero Pensiero che sta attraversando l’Europa.»…


di Mons. Luigi Negri
* Vescovo di San Marino-Montefeltro 

Al mio computer, come a quello di migliaia di altri italiani è arrivato un messaggio delirante che seguiva il titolo che ho pubblicato.
Cito alcuni brani di questo documento: «Si chiama Axteismo il neo movimento illuminista di Libero Pensiero che sta attraversando l’Europa. L’Axteismo è il movimento di idee che contrappone alla fede e ai dogmi oscurantisti della Chiesa cattolica, la ragione umanistica». «Bisogna porre fine con raziocinio e determinazione a una situazione insostenibile: l’avanzata del clero nelle scuole pubbliche. l’invasione della Chiesa nel referendum della procreazione assistita. l’introduzione della preghiera obbligatoria nelle scuole pubbliche, e ancora la discriminazione verso le donne, le coppie di fatto e gli omosessuali.».
Sembrerebbe inutile occuparsi del delirio, eppure questo non è soltanto delirio. La cosa più inquietante è quel riferimento all’Illuminismo ed alla libertà del pensiero. Personalmente credo di aver contribuito in modo abbastanza significativo, sia a livello teorico sia a livello storico-critico, ad indicare quella linea di sviluppo storico che parte dall’Illuminismo e finisce nella catastrofe dei totalitarismi di Stato, con le conseguenze di veri e propri genocidi, in Europa e nel resto del mondo. Una ragione che si considera assoluta, senza punti di riferimento e senza confronti con la realtà diviene inesorabilmente violenta: e quasi sempre la violenza finisce nella follia.
Questo fogliaccio è il capolinea della ragione totalitaria, che, lungi dall’esser morta circola fra di noi e inquina i nostri computer. Ma c’è una cosa ancora più fondamentale. Quello che sta accadendo, e che questo foglio auspica in maniera diffusa, evangelicamente si chiama “odio del mondo“. Il Signore ha detto: «Sarete odiati da tutti, a causa del mio nome». La fede autentica è appunto verificata, cioè confermata nella sua verità dall’odio del mondo. Ma adesso sono odiati tutti i cristiani anche quelli che negli ultimi decenni si sono dati un gran daffare per non apparire proprio come cristiani: per questo hanno fatto propri tanti ideali e valori mondani. Eppure sono odiati lo stesso; basta anche un minimo richiamo al cristianesimo per essere odiati. Ma allora non vale la pena essere cristiani sul serio?


Tempi num.4 del 19/01/2006