I mali del Comunismo-Socialismo e non solo

La cappa ideologica

 



Lo stesso Don Gabriele Amorth, noto esorcista, dice la sua riguardo la crisi della Fede. A pagina 57 e 58 del suo libro “Un esorcista racconta”, troviamo la sua idea al riguardo, considerando il comunismo, il socialismo e le idee marxiste in generale, come una delle principali fonti di errori nella nostra soicetà. E ciò guarda caso, si riallaccia al messaggio che la Madonna di Fatima, diede ai tre pastorelli: “la Russia spargerà i suoi errori nel mondo”!

Un primo fattore è la situazione del mondo consumistico d’occidente, in cui il senso materialistico ed edonistico della vita ha fatto perdere la fede ai più. Credo che, soprattutto in Italia, una buona parte di colpa vada data al comunismo e socialismo, che con le dottrine marxiste hanno dominato in questi anni cultura, educazione, spettacolo. A Roma si calcola che alla Messa domenicale vada sì e no il 12% degli abitanti. E’ matematico: dove cala la religione cresce la superstizione. Da qui il diffondersi, specie tra i giovani, delle pratiche di spiritismo, magia, occultismo. Con l’aggiunta di ricerca dello yoga, zen, meditazione trascendentale: tutte pratiche fondate sulla reincarnazione, sul dissolversi della persona umana nella divinità o, comunque, su dottrine inaccettabili per un cristiano. E non occorre più andare in India per mettersi alla scuola di un guru: lo si trova alla porta di casa; spesso con questi metodi, dall’apparenza innocua, si arriva a stati di allucinazione o di schizofrenia. Aggiungo il diffondersi a macchia d’olio di sètte, molte delle quali di diretto marchio satanico. La magia, lo spiritismo vengono insegnati da vari canali televisivi. Se ne trovano i libri pure nelle edicole, e il materiale per la magia viene diffuso anche con la vendita per corrispondenza. Aggiungo varie serie di giornali e di spettacoli dell’orrore, dove al sesso e alla violenza si aggiungono spesso un senso di perfidia satanica.


Da “Un esorcista racconta” di Don Gabriele Amorth