Emilia-Romagna. Statuto regionale: «qualcosa» si muove !

Partecipazione del cittadino

Regione Emilia-Romagna: lo Statuto finalmente migliora.
E il Preambolo ?
Votato un articolo a favore della sussidiarietà e della famiglia.
Pur nella consapevolezza di un passo avanti resta tuttavia il contrasto tra questo e un Preambolo che dimentica i veri valori fondativi del nostro popolo.

La Commissione consiliare per la «revisione dello Statuto» regionale, la stessa che ha approvato quel Preambolo che tante discussioni ha suscitato nelle scorse settimane, ha varato un articolo, il 6 quater che, dopo due anni di discussioni inserisce finalmente nello Statuto la sussidiarietà orizzontale e la valorizzazione della famiglia.


Prendiamo atto con favore di questo voto al quale si è arrivati con il contributo di diverse forze politiche di maggioranza e opposizione: Margherita, Ds, Forza Italia, Udc.  Pur nella consapevolezza di un passo avanti resta tuttavia il contrasto tra questo e un Preambolo che dimentica i veri valori fondativi del nostro popolo.


L’auspicio è che un’operazione trasversale analoga porti quanto prima anche alla revisione radicale del Preambolo. Per una questione di coerenza, innanzitutto.  Ma anche di lealtà nei confronti dei cittadini per i quali, al di là delle singole convinzioni politiche, famiglia e radici cristiane sono ancora un punto di riferimento.


Avvenire-BolognaSette, 25 aprile 2004