Dopo Max, anche Gino Paoli per i Referendum

Senza categoria

PROCREAZIONE: GINO PAOLI, CANCELLARE LEGGE UMILIANTE APPELLO DEL CANTAUTORE A SOTTOSCRIVERE I REFERENDUM (ANSA) – ROMA, 9 SET
Un invito a firmare per cancellare,  del tutto o in parte, la legge sulla procreazione assistita: e’ l’appello lanciato da Gino Paoli, che partecipa cosi’ in prima persona alla sfida della raccolta delle firme.

“La legge è anacronistica, violenta, umiliante”, scrive il cantautore genovese. “E’ una legge da tiranni che vuole rubare alle donne il corpo, l’autonomia, la responsabilità, la poesia di fare figli anche quando è difficile. Sono regole dispotiche scritte da chi le donne non le capisce e non le rispetta. Vietato pensare, scegliere, amare, sperare”.
Per Paoli, “sottoscrivere i referendum è un dovere per tutti coloro che hanno fiducia nelle donne, per chi crede nella capacità di giudizio degli individui, per chi non vuole mettere a rischio libertà acquisite, per chi pensa che il progresso scientifico vada regolamentato ma non impedito”.
Con questo appello, dice ancora il cantautore, “sono impegnato personalmente. La prepotenza del legislatore può essere battuta. Io sto, da sempre, dalla parte delle donne: a questo appuntamento decisivo non potrei e non voglio mancare”.
(ANSA).